cos'è la mappa del sito

La mappa del sito, o sitemap, è uno strumento che aiuta i motori di ricerca a comprendere e navigare efficacemente la struttura di un sito web.

Al suo interno sarà presente una lista con tutte le pagine e gli articoli scritti, in un formato facilmente comprensibile dai crawler di Google.

In questo modo aumenterai la possibilità di indicizzare facilmente e velocemente il tuo sito web.

Quando si parla di mappa del sito, generalmente si intende un file in formato XML. Come andremo a vedere più avanti nell’articolo, però, esiste un altro formato che può aumentare ulteriormente la velocità di indicizzazione.

Nell’immagine qui sotto puoi vedere com’è strutturata una sitemap di wordpress.

Mappa del sito presente su WordPress
Mappa del sito di WordPress

Importanza della mappa del sito

La mappa del sito, abbiamo già capito, riveste un ruolo cruciale nell’ottimizzazione dei siti web per i motori di ricerca.

Funge da guida per i crawler di Google, permettendo loro di individuare e indicizzare efficacemente tutte le pagine del sito, comprese quelle meno visibili o collegate in modo indiretto.

Questo non solo migliora la probabilità di essere trovati nelle ricerche, ma assicura anche che i contenuti recenti o aggiornati vengano rapidamente rilevati dai motori di ricerca.

Per i siti web di grandi dimensioni o quelli con una struttura complessa, la sitemap è indispensabile per garantire che nessuna pagina importante venga trascurata.

Inoltre, una sitemap ben organizzata può migliorare l’esperienza dell’utente, rendendo il sito più navigabile e accessibile.

Come creare una mappa del sito in XML

La creazione e gestione di una mappa del sito in XML è quasi sempre gestita da plugin o programmi automatici, dato che farlo manualmente è da pazzi.

Puoi crearla senza alcun costo inserendo il tuo indirizzo nel sito xml-sitemaps.com, e una volta pronta dovrai solo scaricarla e fare l’upload sul tuo dominio.

In questo caso però, la sitemap non si aggiornerà automaticamente con il rilascio di nuovi articoli, ma sarà statica.

Quindi io ti consiglio di usare le funzionalità di base presenti nei principali servizi (prestashop, shopify ecc.) oppure di installare dei plugin ad hoc.

Su WordPress questa viene creata automaticamente e gratuitamente installando il plugin YoastSEO, quindi non dovremo preoccuparci di nulla.

Come inviare la mappa del sito a Google

Una volta che hai la mappa del sito pronta, dovrai inviarla a Google.

Entra nel Search Console, vai nella sezione Sitemap e inserisci l’indirizzo della tua. Se usi WordPress è molto probabile che l’indirizzo sia dominio.it/sitemap_index.xml.

Invia la mappa del sito a Google
Invia così la mappa del sito a Google

Premi il tasto “Submit” e nella lista sotto la vedrai apparire in verde (se tutto è andato bene).

Da questo momento in avanti non dovrai più preoccuparti di nulla, in quanto Google andrà periodicamente a vedere se ci sono stati cambiamenti.

Mappa del sito in HTML – Perché usarla e come funziona

Come ti ho anticipato all’inizio, oltre alla versione in XML ti consiglio di creare anche una mappa del sito in versione HTML (che è una conoscenza segreta che non tutti sanno o ti diranno).

Questa non sarà altro che una lista di tutti gli articoli e le pagine presenti sul tuo blog.

Proprio come puoi vedere qui sotto, con un esempio preso dal mio blog diventeromilionario.it.

Mappa del sito in HTML
Mappa del sito in HTML

Funziona davvero la mappa del sito in HTML?

Per esperienza personale, ti posso dire che la sitemap in HTML mi ha davvero velocizzato il tempo di indicizzazione di ogni singolo articolo.

Inoltre, per il tempo che stai a crearla (pochi minuti) non ha davvero senso tralasciare questo aspetto.

Come creare una mappa del sito in HTML?

Per creare la mappa del sito in HTML hai due opzioni:

  • Creare una pagina e aggiungere a mano tutti gli articoli (scelta sconsigliata)
  • Usare un plugin automatico

Plugin per creare una mappa del sito in HTML

Io utilizzo il plugin gratuito “Simple Sitemapdi David Gwyer.

Una volta installato potrai aggiungere il blocco “Simple Sitemap” e configurarlo per far apparire solo gli articoli, anche le pagine e altre opzioni di configurazione come vedi qui sotto.

Ecco come creare una mappa del sito in HTML su WordPress
Con il plugin di WordPress puoi creare la mappa in HTML

Una volta che avrai creato questa pagina con tutti i link, dovrai linkarla.

Ci sono due scuole di pensiero a riguardo:

  • chi la linka nel footer, e quindi il link è presente su tutte le pagine
  • chi la linka da una sola pagina

Io al momento ho deciso di linkarla solo da una pagina, per evitare di ridurre troppo il juice dei vari link.

Consigli e best practices per creare la mappa del sito

Ad essere onesto, una volta che avrai creato la tua sitemap col plugin, non dovrai preoccuparti di altro.

Però qui sotto ti lascio ugualmente qualche consiglio su come migliorare una mappa del sito:

  1. Aggiornamento Regolare: Assicurati che la tua sitemap sia sempre aggiornata, specialmente dopo aver pubblicato nuovi contenuti o modificato la struttura del sito.
  2. Prioritizzazione dei Contenuti: Includi solo le pagine rilevanti nella sitemap per guidare i motori di ricerca verso i contenuti più importanti del tuo sito.
  3. Limitare il Numero di URL: Evita di includere più di 50.000 URL o di avere una sitemap più grande di 50MB. Se necessario, crea sitemap multiple.
  4. Uso di Tag Appropriati: Nel caso delle sitemap XML, utilizza tag come <lastmod>, <changefreq>, e <priority> per fornire informazioni aggiuntive sui tuoi contenuti.
  5. Controllo degli Errori: Controlla regolarmente Google Search Console per identificare e risolvere eventuali errori nella sitemap.
  6. Includere Metadati Multimediali: Se il tuo sito ha molti contenuti multimediali, considera l’uso di sitemap specifiche per immagini, video o notizie.
  7. Ottimizzazione della Struttura del Sito: Assicurati che il tuo sito abbia una struttura logica e facile da navigare, riflettendo ciò nella tua sitemap.
  8. Testare la Sitemap: Prima di inviarla ai motori di ricerca, testa la sitemap per assicurarti che tutti i link funzionino correttamente.

Concludendo

In conclusione, la mappa del sito è uno strumento fondamentale per qualsiasi sito.

Il mio consiglio è di non passarci troppo tempo cercando di ottimizzarla in chissà quale modo. Quando Google ce al accetta, possiamo stare tranquilli e dedicarci alla scrittura dei contenuti.

Ricordati di creare anche la versione HTML, che faciliterà ulteriormente l’indicizzazione e potrà essere usata anche dagli utenti.

Se ti è piaciuto questo articolo o hai ancora dubbi, non esitare a scrivere nei commenti o via mail a info@prismaseo.it.

Se hai necessità ulteriori, puoi usare la form di contatto qui sotto e ti risponderò quanto prima!


Sezione FAQ

A cosa serve la mappa del sito

La mappa del sito serve per far capire ai crawler di Google come è strutturato il nostro sito e quali pagine deve indicizzare

Come fare mappa del sito

Puoi fare una mappa del sito con dei plugin gratuiti, creandola a mano o usando dei servizi online

Generatore gratuito mappa del sito

Puoi generare gratuitamente la mappa del sito usando il plugin YoasSEO di wordpress oppure il sito xml-sitemaps.com

Nessun commento per ora. Puoi essere il primo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *