hosting condiviso o dedicato

Se abbiamo un hosting condiviso, significa che il nostro dominio è su una macchina che ospita anche altri domini, mentre se l’hosting è dedicato siamo gli unici ad essere presenti.

In questo articolo andremo ad approfondire questa affermazione ed a capire quali sono i potenziali rischi di questa situazione.

Differenze tra hosting condiviso e dedicato

Avere un hosting condiviso significa avere il proprio dominio su una macchina utilizzata anche da altre persone.

Differenza tra hosting condiviso e dedicato
Hosting condiviso e dedicato

Se l’hosting è dedicato, invece, quella macchina è di nostro esclusivo utilizzo.

Possiamo pensare ad un hosting come ad un immobile.

Vi sentireste più al sicuro a vivere in un condominio con 100 appartamenti abitati da persone che non conoscete, o a vivere in una villetta recintata?

Esatto, la seconda opzione. Per gli hosting, così come per le case, però, c’è una differenza di prezzo tra le varie soluzioni e spesso non è neanche possibile averla (Io ho Ionos e non offrono questo servizio).

Rischi di un hosting condiviso

I rischi derivanti dall’essere presenti su un hosting condiviso sono:

  • Possibilità di attacchi
  • Rischio di crash della macchina
  • Peggioramento delle performance

Possibilità di attacchi

Più siti sono presenti su una macchina (quindi su un server), più possibilità abbiamo che ci sia una persona che opera in maniera superficiale, quindi non aggiornando il proprio software o facendo delle azioni che possono aprire le porte del server a malintenzionati.

Una volta che un attaccante riesce ad avere accesso alla macchina, tutti i siti presenti su di essa sono a rischio.

E noi, senza aver fatto nulla di male, possiamo trovarci offline o peggio in delle blacklist.

Rischio di crash della macchina

Se altri utenti effettuato operazioni spericolate e rischiose sui loro siti, c’è una possibilità che mandino in crash tutto il server.

In questo modo, per l’imperizia di uno, pagano tutti quanti.

Peggioramento delle performance

Va da se che se un server è utilizzato da 200 domini piuttosto che da uno solo, le performance tendano ad essere peggiori.

Ovviamente le configurazioni hardware tendono ad essere sufficienti, ma in caso di picchi di traffico di altri siti, noi potremmo trovarci con il dominio lentissimo o irraggiungibile.

Come sapere se il mio hosting è condiviso o dedicato

Yougetsignal mette a disposizione uno strumento che serve per capire se il nostro hosting è condiviso o dedicato.

Dobbiamo inserire il dominio e ci apparirà la lista di tutti quello presenti sulla macchina.

Come puoi vedere qui sotto, prismaseo.it è su un server con 73 domini.

strumento di ricerca di hosting condiviso o dedicato
Il mio dominio è in compagnia di altri 72

Concludendo – E’ meglio un hosting condiviso o dedicato

Quindi, se è una situazione così pericolosa, perché io stesso tengo tutti i miei siti su hosting condivisi?

Le risposte principali sono due: pigrizia e paura. Difatti il mio fornitore di servizi non mi da la possibilità di avere un hosting dedicato, quindi non posso fare un’operazione rapida e trasparente.

Dovrei andare a rivolgermi a qualcun altro, ma ho paura che nel processo qualcosa si perda a livello di posizionamento o di contenuti.

Quindi, al momento, resto così. Va anche detto che, sebbene questo articolo sembri demonizzare gli hosting condivisi, io ad ora mi ci sono trovato sempre bene.

O meglio, non ho mai avuto particolari problemi e ho dei siti da decine di migliaia di visite al mese.

Inoltre i prezzi sono diversi (gli hosting dedicati seri partono dai 50€ al mese), cosa che sulle prime scoraggia molte persone.

In definitiva, quindi, a meno che non si stia partendo con il progetto della vita che si sa già farà numeri assurdi, possiamo partire con un condiviso ed eventualmente in futuro passare ad uno dedicato.

E’ esattamente la mia strategia per diventeromilionario.it.

Se ti è piaciuto questo articolo o hai ancora dubbi, non esitare a scrivere nei commenti o via mail a info@prismaseo.it.

Se hai necessità ulteriori, puoi usare la form di contatto qui sotto e ti risponderò quanto prima!


Nessun commento per ora. Puoi essere il primo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *